Saturnia

Antica città, secondo alcuni studiosi antecedente addirittura al periodo etrusco, celebre per le acque termali dalle importanti proprietà terapeutiche, già conosciute al tempo degli etruschi.

Circondato da una grande cinta muraria medievale, il paese conserva vestigia di epoca romana, come i resti della via Clodia, un frammento di mura a struttura poligonale ed alcune strutture basali in marmo.

A ridosso delle mura, al di sopra dei resti medievali di una porta ad arco detta "Porta Romana", sulle pietre della quale restano i segno del passaggio del leggendario Orlando, si trova il Cassero Senese, con il Castello edificato all'inizio del Novecento.

Nelle vicinanze della cittadina, in un'ambiente suggestivo e selvaggio, è possibile addentrarsi a esplorare la necropoli etrusca, mentre al di sotto del piccolo altopiano su cui risiede il centro sgorga la cascata termale naturale, molto apprezzata e frequentata durate tutto l'anno, sotto la quale è inantevole lasciarsi cullare dalle acque calde in una delle tante mini-vasche calcaree presenti, magari al chiaro di luna.

Per i più esigenti sono poi presenti strutture alberghiere e stabilimenti organizzati in centri idrologici di cura e benessere.

Frosone
Capinera
Gheppio
Nibbio
Sparviero